cuorejuve.it

Juventus Benfica 1-2: intervenite

Juventus benfica

Ieri sera si è veramente toccato il fondo, mai avrei pensato di vedere la nostra amata Signora ridotta a giocare la Champions come se si trovasse a giocarsi l’ultima di campionato di serie B con in palio la salvezza.

Come da copione abbiamo iniziato i primi 20 minuti imponendo il nostro gioco, ma poi ci siamo smarriti arretrando il baricentro e lasciando che prendesse le redini del gioco il Benfica, che piano piano si è avvicinato alla porta fino a segnare su un rigore ridicolo, non certo perché non c’era ma perché quando l’avversario sta recuperando la palla correndo sulla linea di fondo spalle alla porta non vai a cercare l’intervento, è da stupidi e da polli rischiare su un giocatore che non può fare alcun danno immediato. Va detto che il Benfica meritava.

Allo smarrimento della squadra sull’1-2 si è aggiunta la confusione mentale del Toscano che invece di togliere uno spento e nervoso Vlahovic ha tolto un Milik che stava dando l’anima, e si è pure preso il disappunto di Di Maria, come in altri tempi prese gli insulti da Ronaldo e Tevez.

Ormai è chiaro che Mastro Geppetto non ha più il polso della situazione, la squadra fa dichiarazioni di facciata dicendo che è con lui ma lo spogliatoio ha seri problemi.

I giocatori non reggono psicologicamente uno svantaggio, vanno in confusione e alcuni addirittura (si vedeva dai visi) vengono presi dal panico.

Se vogliamo vedere i lati positivi di ieri sera possiamo elencarli qui sotto:

  • Perin è un gran portiere, e sinceramente lo farei diventare titolare, anche in prospettiva economica visto che per ora prende 1,5 milioni netti contro i 6,5 del polacco che manco esce in area piccola.
  • Bonucci ieri si è battuto da vero senatore, ed ha evitato almeno due altri gol. Non sono ci sono mai andato leggero con Leonardo ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. Se continua così potrebbe diventare il nuovo faro della difesa.
  • Milik è un vero centravanti completo da far giocare sempre insieme a Vlahovic, per tenere le difese avversarie in apprensione.
  • Miretti ha bisogno di più esperienza in campo internazionale ma è sicuramente un cavallo di razza, e non lo scopro certo io.
  • Paredes pecca nella fase difensiva, ma quando si deve impostare non ha paura di andare a prendersi i palloni e a fare il passaggio filtrante.
  • Di Maria ? Beh che dire, quando è entrato anche se non al top abbiamo visto dei lanci e delle aperture da vero fuoriclasse. Speriamo arrivi presto al top perché non possiamo prescindere da lui.

Spiace fare i tifosi contro ma dopo ieri sera vorrei sapere chi ancora può difendere mastro Geppetto.

Arrivabene ha fatto la battuta ad un tifoso che gli chiedeva di mandare via il Toscano “e poi lo paghi tu il sostituto?”. Signori cerchiamo di capire: se si continua così si esce ai gironi in Champions e non si arriva nemmeno quarti, con un danno economico a spanne di 50/70 milioni, il gioco vale veramente la candela ?

Smettiamola di credere che basti compattare lo spogliatoio o aspettare il rientro degli infortunati…. La Juve non ha gioco, non ha i 90 minuti nelle gambe e non ha schemi ma solo invenzioni dei singoli.

Se tutti i campioni chiedono di andarsene dopo qualche anno un motivo ci sarà ? Non credo sia solo per denaro ?

Se Dusan ormai sembra un cavallo imbizzarrito che tocca meno di 10 palloni a partita e segna quasi esclusivamente su punizione di chi sarà la colpa ?

Se abbiamo preso le ali per crossare ma non si segna di testa perché arrivano pochi palloni sarà colpa di chi ?

Se dopo 20 minuti crolliamo fisicamente chi ha impostato la preparazione atletica ?

Se in una partita di Champions con una grande squadra come il Benfica la “Gradinata” è vuota in molti settori qualcuno si fa una domanda ?

Il giocattolo si è rotto e la colpa è della dirigenza che ha dato al toscano 9 milioni netti per il nulla. Mastro Geppetto è bravo a gestire squadre vincenti, ma non ha costruirne una che vinca… Cari Agnelli, Nedved e Arrivabene lo avete capito o no ?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi