cuorejuve.it

Pericard: l’ex bianconero ed il suicidio mancato

vincent_pericard

Per la serie “che ne sanno i 2000” vi facciamo un nome: Vincent Pericard.

Chi se lo ricorda?
Arrivato alla Juve a 17 anni come attaccante di grandi prospettive, ha collezionato con la nostra maglia una sola presenza in Coppa Italia contro la Sampdoria ed uno spezzone di partita nella Champions League contro l’Arsenal, per poi esser ceduto in prestito e poi in via definitiva in Inghilterra al  Portsmouth.
Da quel momento ha iniziato tra un infortunio e l’altro la sua storia più o meno problematica in terra britannica, vestendo anche la maglia dello Stoke City.

Proprio in questa esperienza confessa, all’alba dei 34 anni appena compiuti, di aver pensato al suicidio!

Queste le sue sconvolgenti parole rivelate al quotidiano “The Sun”:

Ho fatto veramente fatica ad ambientarmi alla zona. Mi criticavano perché dicevano che non giocavo bene e la depressione mi ha colpito. Andare ad allenarsi la mattina era diventato un peso, non volevo giocare e dicevo che ero malato per non andare al centro sportivo. Dopo gli allenamenti, invece, chiudevo la porta e le finestre e restavo nel buio della mia stanza a pensare quanto fossi inutile e che non ce l’avrei fatta a superare il momento“.

Ed ancora: “Pensavo le cose più brutte. Lì nella zona non sono poche le persone con tendenze suicide. Stavo male, ma trovai la forza di parlarne con il manager e chiedere una pausa perché ormai ero entrato in un circolo vizioso pericoloso“.

Ricordiamo che il francese venne arrestato due volte, prima per non aver detto la verità su una segnalazione per eccesso di velocità e poi per dei problemi avuti con il braccialetto elettronico al polso.

Per la cronaca…sportiva..Gli ultimi anni della carriera li ha passati in serie minori inglesi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Warning: fsockopen(): unable to connect to www.sweetcaptcha.com:80 (Connection timed out) in /web/htdocs/www.cuorejuve.it/home/wp-content/plugins/sweetcaptcha-revolutionary-free-captcha-service/library/sweetcaptcha.php on line 81

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi