cuorejuve.it

Andata Europa League a bocce ferme: Benfica-Juventus

Sono passati alcuni giorni dalla partita che vale mezza stagione.

Sappiamo tutti come è andata. Purtroppo un’ingenuità difensiva e un eurogol ci hanno condannato alla sconfitta.

Nulla è perduto. Forse ci avremmo fatto la firma su una sconfitta di misura nella tana dei portoghesi. Ma ci stavamo prendendo gusto ad un pareggio tutto sommato meritato e che ci permetteva di mettere già un piede in finale.

La partita ha evidenziato due punti essenziali:

  • Senza Tevez la qualità in campo scende di molto. Non possiamo prescindere da lui, ma non possiamo neanche chiedergli di tirare sempre la carretta per tutti.
  • I titolari non hanno alternative, e questo si ripercuote sulla freschezza in campo. Sono ormai alcune partite che Pirlo non salta l’uomo e appena riceve la palla la lancia in avanti sperando di raggiungere un attaccante.

Credo che i punti sopra elencati siano da temere più dell’avversario portoghese.

In relazione alla panchina “corta” direi che la dirigenza debba fare un pensierino alla possibilità che il nostro condottiero si rompa i “maroni” e decida che in mancanza di sostituti validi sulle fasce e in panca forse il suo tempo a Torino è giunto al termine.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi